Progetto LNB. La parola al presidente

Niente campanilismi. Il nostro dossier è ‘forte’ soprattutto grazie all’intesa tra Ambrì e Lugano!

Brillante in pista, ambizioso fuori. Il Biasca sta vivendo mesi molto intensi, nei quali oltre agli impegni sul ghiaccio – 48 punti nelle prime 22 partite, sinonimo di secondo posto – ha portato avanti il progetto LNB (Ticino Young Stars).

Ieri – mercoledì 30 dicembre – la società ha depositato il dossier di candidatura per l’ottenimento della licenza per giocare nella categoria cadetta a partire dalla prossima stagione. Nel complesso regna ottimismo: la Lega, come confermatoci da Edy Pironaci, darà una risposta nelle prossime settimane.

“Abbiamo svolto un ottimo lavoro e siamo fiduciosi, la Lega ha ricevuto il dossier, ci darà una risposta entro fine gennaio – ha spiegato il presidente Edy Pironaci – Inoltre, è di oggi la notizia che Davos e Arosa hanno rinunciato al loro progetto LNB, anche questo gioca a nostro favore. I posti a disposizione nella lega cadetta sono due, oltre alla nostra finora dovrebbe essere giunta solo la candidatura dello Zugo: la strada è dunque privilegiata. La Lega vede di buon occhio il nostro progetto, il dossier è ‘forte’ soprattutto grazie all’intesa raggiunta tra Ambrì e Lugano. Abbiamo convinto le due squadre a lavorare insieme per i prossimi tre anni. Per noi il loro appoggio è assolutamente fondamentale, non si parla più di Nord e Sud, sono stati messi da parte i campanilismi, tutti sono convinti di lavorare insieme per il bene e per la formazione dei giovani: il ‘discorso’ è regionale. Nel CdA ci saranno persone di fiducia di Ambrì e Lugano, più quelle di Biasca e Bellinzona: questo sarà lo zoccolo duro e la forza del progetto”.

Nel frattempo in pista la Compagine delle Tre Valli, guidata da Luca Cereda, sta già convincendo nel campionato di Prima Lega: “Sono molto soddisfatto di quanto fatto finora dalla squadra e dallo staff tecnico, la strada è sicuramente quella giusta. Inoltre, nelle ultime partite abbiamo già schierato a più riprese diversi juniori élite provenienti dai biancoblù e dai bianconeri e i risultati sono stati ottimi. Il nostro scopo è proprio questo, creare una squadra giovane che possa fungere da trampolino di lancio per i talenti. Già quest’anno vogliamo dimostrare alla Lega di avere un gruppo di giovani che può fare bene anche nella categoria superiore”.

 

Articolo di EM, tio.ch

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi