Intervista a Maxime Montandon

Maxime Montandon, colonna difensiva dei Ticino Rockets, ci racconta le sue origini friborghesi e la sua avventura a Biasca.

Maxime, sei friborghese ed hai già disputato diverse partite in LNA con il Gottéron: raccontaci l’esperienza che hai vissuto a Friborgo.

MM: “La mia esperienza a Friborgo è stata molto positiva ed è sempre nella mia memoria. Era la mia prima stagione in Lega Nazionale A: ho potuto imparare moltissimo e ho avuto l’occasione di giocare assieme a giocatori di comprovata esperienza. Spero un giorno di poter giocare di nuovo in LNA.”

Quali sono le differenze tra Friborgo e il Ticino?

MM: “Friborgo è la mia città natale, avendo frequentato lì la scuola è la città in cui mi sento a casa. Il Ticino è per me una nuova scoperta e la barriera della lingua è una bella sfida per me.”

Meglio la fondue al formaggio friborghese oppure le specialità ticinesi?

MM: “Vado matto per le specialità ticinesi ma la fondue friborghese resta uno dei miei piatti preferiti!”

Come ti trovi in Ticino?

MM: “Sono contento di aver scoperto questa regione. Il clima, il cibo, gli abitanti…vedo solo aspetti positivi!”

Sei soddisfatto delle tue performance con i Ticino Rockets?

MM: “Personalmente ho parecchio ghiaccio e questo mi ha permesso di guadagnare molta esperienza per il prosieguo della mia carriera.”

Come valuti le prestazioni della squadra?

MM: “Sappiamo che questa stagione non è affatto facile ma progrediamo giorno dopo giorno e giochiamo sempre meglio.”

Cosa pensi dell’allenatore Cereda? Quali sono i tuoi compiti sul ghiaccio?

MM: “Per quanto riguarda Luca penso che sia l’uomo ideale per guidare questa squadra poiché ha fiducia nei giovani e ci trasmette molta intensità. Il mio ruolo nella squadra è quello di giocare bene difensivamente e fare ripartire velocemente l’attacco.”

Come valuti l’atmosfera all’interno della squadra? E la tua relazione con i compagni?

MM: “L’atmosfera che si respira è molto positiva e con tutti i compagni mi intendo a meraviglia.”

Ricevi sostegno da Friborgo? I tuoi amici sono già venuti alla Raiffeisen Biascarena?

MM: “Trovo che sia difficile portare gente da Friborgo poiché è lontano, ma i miei amici seguono i risultati dei Rockets su internet.”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi