Intervista a Davide Mottis e Edy Pironaci

Biasca, 6 agosto 2016

A poche ore dalla prossima partita con l’HCAP, abbiamo raccolto le sensazioni del Presidente Davide Mottis , ieri sera impegnato a rappresentare i Rockets agli Swiss Ice Hockey Awards, e del Vice-presidente Edy Pironaci che ha seguito la prima storica amichevole dei Rockets insieme ai 250 spettatori presenti ieri sera a Biasca.

Raggiunto telefonicamente, Davide Mottis ci racconta come ha vissuto i l’esordio dei Rockets da Berna:
“Devo dire che è stato molto gratificante vedere come i Rockets siano una realtà di cui si parla molto anche nel mondo dell’hockey oltre Gottardo. Da molti rappresentanti degli altri club abbiamo ricevuto i complimenti e tutti ci fanno gli auguri per questa prima importante stagione”.

Si può dire che c’è un vero interesse per i nostri Rockets anche tra gli addetti ai lavori della altre squadre di LNA e di LNB?
“Certamente. Mi hanno fatto molte domande sul nostro progetto, dandomi l’impressione che sia visto da tutti come un modello di sviluppo molto interessante per il futuro. I Rockets sono persino stati menzionati anche nella parte ufficiale degli Awards”.

A proposito di Awards, sorpreso delle scelte?
“Non c’è stata una vera e propria sorpresa. Forse mi sarei aspettato il premio quale MVP a Klasen, ma visti gli ottimi risultati di Pertu Lindgren posso comprendere che la scelta non sia stata facile”.

A livello di squadre nazionali hai potuto parlare con qualcuno?
“Ho avuto modo di discutere dei Rockets con l’allenatore della nazionale. Mi ha detto che verrà presto a seguire qualche partita dei Rockets per osservare da vicino i nostri promettenti giovani. Sono molto soddisfatto, potranno dimostrare anche a Fischer tutto il loro valore”.

Stasera contro l’HCAP?
“Sono molto curioso di vedere come i nostri giocatori affronteranno la sfida, e sono altrettanto curioso di scoprire quale risposta darà il pubblico ticinese”.

Edy Pironaci ha invece seguito da vicino la prima amichevole ed è raggiante: “la partita è stata per me un condensato di emozioni, con tanto entusiasmo per la nuova avventura che abbiamo iniziato”.

Dal profilo organizzativo come è andata?
Bé per la società si tratta di un rodaggio della macchina organizzativa. Ci sono naturalmente molti dettagli da affinare e perfezionare, ma contro il Coira è andato tutto bene. Stasera contro l’Ambrì sarà un bel test perché ci attendiamo molti spettatori”.

Contento della prestazione della squadra?
“Malgrado i molti allenamenti nelle gambe, i ragazzi hanno giocato con molta intensità e molto impegno. Considerato che si trattava della prima partita ho già visto buone cose. Non vedo l’ora della prossima partita!”.

Ricordiamo infine ai nostri tifosi che gli amici di HeShootsHeScores.com hanno intervistato il nostro allenatore Cereda raccogliendo le prime parole dopo il debutto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi