HC Biasca Ticino Rockets vs HC Ajoie

RiepilogoBiasca, 22 ottobre 2016 L’Ajoie vince 13-2 Riprovaci ancora Rockets Ticino: potremmo riassumere così il bilancio delle partite sin qui

2

TICINO ROCKETS

Perso

13

HC AJOIE

Vinto

22.10.2016 | 20:00
RAIFFEISEN BIASCARENA

Riepilogo

Biasca, 22 ottobre 2016

L’Ajoie vince 13-2

Riprovaci ancora Rockets Ticino: potremmo riassumere così il bilancio delle partite sin qui giocate dai ragazzi di Luca Cereda. Quante volte la vittoria è sfuggita di poco, come ad esempio l’ultima partita contro i Red Ice di Martigny persa per 2-1? Questo pomeriggio l’avversario era l’Ajoie, campione in carica di NLB.

Le assenze nella fila ticinesi sono state una costante nelle ultime partite, sempre fuori per infortunio capitan Isacco Dotti, Colin Fontana, Dylan Giannini, Christian Pinana, Misha Moor e notizia dell’ultima ora, Elia Riva. A queste assenze andavano ancora aggiunte quelle di Stucki e Romanenghi e Juri non disponibili per impiego nelle squadre ticinesi maggiori o altri impegni ed infine Tommaso Goi squalificato.

Inizio di partita folle con il primo ingaggio, discesa dei giurassiani verso la porta dei ticinesi tiro di Pouilly e dopo 25” l’Ajoie è passato in vantaggio. La risposta dei Rockets è stata immediata, partenza da metà ghiaccio, bella azione personale di Incir e pareggio 1-1 dopo soli 58” di gioco. Il primo tempo è proseguito con diverse azioni da ambo le parti, in particolare buone le trame ticinesi con la linea del topscorer Dal Pian, ma è stato ancora l’Ajoie che ha segnato la seconda rete al 3’54” con Verret. Dopo questo punto gli ospiti hanno alzato il ritmo e si sono fatti molto pericolosi dalle parti di Chmel. I ragazzi di Cereda sono stati abili a contenere la verve offensiva degli avversari e al 7’27”, Hrabec è riuscito a siglare il pareggio. La pressione dei giurassiani è sempre stata costante, soprattutto con la linea del topscorer Schmid, vero funambolo in perfetta simbiosi con i colleghi Devos e Hazen. È stata proprio questa linea che ha segnato ben tre reti, una con Devos e due di Hazen. I Rockets scioccati, non sono stati più in grado di reagire e prima del termine dei 20’ Fuhrer ha segnato altre due reti portando le squadre al primo riposo sul 2-7 a favore dei giurassiani.

Per il secondo periodo Coach Cereda ha cambiato l’estremo difensore inserendo Müller al posto di Chmel, purtroppo però la sostanza non è cambiata visto che al 22’40” l’Ajoie con Frossard ha segnato l’ottava marcatura. Nonostante il pesante score, i giovani ticinesi hanno mostrato orgoglio e voglia di riscattarsi e con Colombo, Schnürigen e Zanatta sono andati vicino a diminuire lo scarto purtroppo senza esito.

Anche nel terzo finale i Rockets hanno provato in tutti i modi e con caparbietà ad andare in rete, ma in box play sono stati ancora i giurassiani a battere Müller con un’azione solitaria di Bozon al 46’19”, imitato dopo pochi secondi dalla decima rete del forte straniero Devos, autore di una prova maiuscola. Negli ultimi minuti di partita c’è stato ancora tempo per l’Ajoie di arrotondare maggiormente il punteggio con le reti di Schmidt, Ranov e Hazen fissando il punteggio finale a 2-13 a favore dei giurassiani.

Articolo di Tio.ch

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi